Vivere per scoprirsi….

Vivere per scoprirsi. Questo è quanto accade a chi, un giorno della sua vita, decide di intraprendere il cammino da artista. Questo è quanto è accaduto anche a me. Trovare il coraggio di mettersi a nudo, scoprendo le proprie ferite, mettendo a nudo la propria anima….fragile e forte, estatica e magica, prigioniera e libera. Libera di scovare nei meandri, e nelle pieghe del tempo multidimensionale, quegli aspetti corvini nascosti da cui per secoli sono scappata. Pieghe piagheggianti, che per secoli ho scelto per limitare il cammino, oggi si trasformano in opportunità di crescita, in finestre sul mondo…il mio mondo. Quell’universo fatto di magia, di utopia, di bellezza e di colori. Colori che appesantiscono, colori che alleggeriscono….colori che viaggiano alla scoperta di ulteriori mondi: i tuoi mondi. Quelli che solo tu vedi. Quelli che solo tu senti. Quelli che solo tu percepisci. Quelli che tante volte ti hanno fatto sentire folle, ma che oggi ti fanno sentire magica, unica; avvolta ed immersa nella grazia divina, in amore con l’esistenza. Si sei tu quell’Anima. Quella parte di cielo e di terra in cui gli elementi si avvicendano creando realtà immaginifiche. Quella parte di cielo e di terra attraverso cui la grazia divina esperisce. Quella parte di cielo e di terra che ti permette di sentire il sogno e di comprendere, che il mondo è, più di quello che vedi con gli occhi della mente, infinito. Piccoli varchi si aprono allo schiudersi del tuo Vedere. Nuoti tra le immagini e scopri molteplici figure: umane, inumane, volanti, pesanti, leggere, colorate, cangianti, technicolor. Scopri i ponti della mente: geometrici, schematici, regolari, urbani, attenti, sbarranti, molteplici. Duettano con il tuo ego, che emerge sadico al sentire le tue paure; che gode nel vederti soffrire; che striscia nel vederti strisciare assicurandosi la tua morte.

Ma tu Anima vai oltre. Scopri i ponti. Scopri il duetto. Scopri i meccanismi della mente che soggiogano il tuo respiro ed impari a distaccartene come solo Dio sa fare quando è all’opera. Osservi come l’ego si muove ed al ritmo del tuo cuore lo rendi suddito. Lo atterri per fargli comprendere che la sua presenza e’ sacra. Per fargli comprendere che oltre la cortina delle paure della mente c’è molto di più. C’è un mondo da creare, energie da liberare….salti quantici da fare ed una profonda guarigione da esperire…LA TUA

di Jaya Stefania Feletti

Manifesto di Presentazione della mostra personale di Jaya Stefania Feletti presso il Kyo’ Cafe’ dal 19 febbraio al 18 marzo 2015, via g. andreoli 15 milano bovisa



Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: